Sezioni

La nostra storia

Una storia di oltre 80 anni, una storia di valori e di “saper fare” tramandati di generazione in generazione

Timeline

2013

Inaugurazione R&D Lab di Salerno

vuoto
2010

Nasce Biotechsol

vuoto
2002

SOL entra nel settore della produzione di energia idroelettrica

vuoto
1998

Il Gruppo SOL viene quotato in borsa

vuoto
1992

Vivisol si espande in 9 paesi europei

vuoto
1986

Nasce Vivisol

vuoto
1980

Espansione a livello europeo

vuoto
1977

Un team di ingegneri e tecnici studiano e sviluppano nuove tecnologie applicative dei gas tecnici

vuoto
1970

Espansione a livello nazionale

vuoto
1960 - 1972

Realizzazione di impianti di dimensioni sempre maggiori

vuoto
1927

Giovanni Annoni e Aldo Fumagalli fondano il Gruppo SOL

Nato nel 1927, il Gruppo SOL è cresciuto costantemente grazie ad una strategia di internazionalizzazione e di diversificazione nel settore delle cure a domicilio.

 

Il Gruppo SOL è fondato nel 1927 per iniziativa dei monzesi Giovanni Annoni e Aldo Fumagalli, con l’obiettivo di avviare due stabilimenti di produzione di ossigeno e acetilene, uno a Livorno e l’altro ad Ancona. I primi anni di vita della Società sono difficili, ma proprio per questo, formativi per il “carattere” dell’azienda, fatto di lungimiranza e prudenza. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Alessandro e Renzo Annoni, e Giulio e Ugo  Fumagalli Romario, seconda generazione, lanciano un ambizioso progetto di sviluppo innovativo della SOL che le permette in vent’anni di diventare un primario operatore del settore in Italia: sono gli anni dei primi impianti di produzione dei gas tecnici “on-site”, ubicati vicino ai grandi clienti di base: acciaierie e vetrerie.

Negli anni ’70 si passa da una strategia regionale ad una nazionale, cogliendo le grandi trasformazioni dell’industria dei gas tecnici del tempo, innescate dallo sviluppo delle tecnologie di stoccaggio e di distribuzione dei gas allo stato liquido criogenico. Nei primi anni ’80 la SOL comincia a guardare all’Europa. Dal 1984 al 1997 la Società apre stabilimenti e filiali in ben 13 paesi europei e finalizza cinque joint-ventures, sfruttando le opportunità offerte dall’apertura di nuovi mercati nell’Europa dell’Est. Nel luglio 1998 il Gruppo SOL si quota alla Borsa Valori di Milano e, con l’arrivo al vertice della terza generazione Annoni e Fumagalli e insieme ad un management esecutivo giovane e esterno alle famiglie, prosegue sempre con grande vigore il cammino di internazionalizzazione. La presenza del Gruppo SOL si estende ad ulteriori 8 paesi europei accompagnata da un rafforzamento delle produzioni primarie di gas tecnici e medicinali in Belgio, Germania, Slovenia, Macedonia e Bulgaria: oggi le vendite fuori dall’Italia rappresentano circa il 50% del fatturato del Gruppo. A partire dal 2010 il Gruppo SOL allarga i propri confini oltre l'Europa realzizando una joint venture paritetica in India nei gas di frazionamento aria con la Sicgil di proprietà della famiglia Dadabhoy, principale operatore di anidride carbonica liquida nel paese asiatico, in Turchia e in Marocco.

Non solo internazionalizzazione: Negli anni ’80 negli Stati Uniti inizia a svilupparsi una nuova modalità di terapia per pazienti affetti da gravi disturbi respiratori, che richiede quantità significative di ossigeno e un servizio di assistenza a domicilio curato ed estremamente specialistico. SOL è tra le prime aziende ad introdurre in Europa  tali apparecchiature e ad offrire questo servizio e nel 1986 il gruppo costituisce una società specifica, la VIVISOL, per lo sviluppo di tale mercato, inizialmente nell’ossigeno terapia, quindi nel più ampio settore respiratorio e dei servizi di assistenza domiciliare. Dagli anni novanta in poi le attività di VIVISOL si espandono oltre i confini italiani verso diversi paesi europei. Nel 1991 prendono avvio le attività in Belgio e nel 1992 in Olanda, quindi in 10 anni VIVISOL riesce ad estendere la propria presenza negli 11 principali paesi dell’Europa Occidentale e in Turchia. Oggi  SOL, tramite le proprie controllate VIVISOL, è una delle aziende europee più avanzate nel settore dell’assistenza domiciliare.

A partire dal 2002 il gruppo SOL entra nel settore della produzione di energia idroelettrica rinnovabile nel Sud Est Europa dapprima in Slovenia quindi in Albania e Macedonia, dove vengono costruite  nuove centrali idroelettriche per una potenzia installata complessiva di oltre 25 MW.

Il nuovo secolo segna anche l’ingresso del gruppo nelle biotecnologie, raccogliendo l’esperienza maturata  dalla SOL nella realizzazione e gestione di strutture per la crioconservazione e per la produzione di biofarmaci necessari per lo sviluppo della nuova frontiera biotecnologica, dapprima, nel 2010, con la società BIOTECHSOL, che si occupa del prelievo e conservazione a scopo terapeutico delle cellule staminali contenute nel sangue del cordone ombelicale, quindi, nel 2012, con l’acquisto della maggioranza della società DIATHEVA di Fano, azienda nata nel 2002 per lo sviluppo di biofarmaci e nella diagnostica molecolare.